11 discussioni in questo forum

    • 2 risposte
    • 737 visualizzazioni
    • 9 risposte
    • 275 visualizzazioni
    • 4 risposte
    • 173 visualizzazioni
    • 1 risposta
    • 213 visualizzazioni
    • 0 risposte
    • 190 visualizzazioni
    • 18 risposte
    • 1819 visualizzazioni
    • 0 risposte
    • 450 visualizzazioni
    • 1 risposta
    • 238 visualizzazioni
    • 2 risposte
    • 587 visualizzazioni
    • 3 risposte
    • 250 visualizzazioni
    • 0 risposte
    • 312 visualizzazioni
  • Discussioni recenti

  • Ultimi messaggi

    • Ho giocato i primi TW di fila, quindi mi era venuto facile capire degnamente il moltissima parte del background e della lore, usando anche la feature dell'importazione dei salvataggi su PC... solo che il terzo capitolo l'ho preso pes PS4, l'ho preso dopo vari anni dal secondo e onestamente non ho del tutto chiara la connotazione geopolitica, soprattutto ora che debbo andare da Philippa, complottare contro Radovid e cercare Ciri  (sono ancora a Novigrad), soprattutto il secondo capitolo mi è veramente difficile da ricordare in molte cose... ricordo che scelsi Roche, diedi la piccola Anais a Natalis, risparmiai Letho (che ho incontrato a TW3), salvai Aryan e risparmiai Sheala Non ricordo perchè Radovid l'abbia coi maghi (magari in TW2?) non ricordo bene chi è in guerra e perchè, non so neanche bene le zone, a che regione appartenga Geralt, insomma la Geopolitica pura...un mano? Dove posso trovare informazioni senza spoilerarmi TW3?
    • Da Wikipedia (Mass Effect\Combattimento) : "Il sistema di combattimento è un incrocio tra un RPG e uno sparatutto in terza persona: lo scontro avviene in tempo reale, ma il giocatore può "congelarlo" in qualsiasi momento per selezionare un'arma, un'abilità o dare ordini alla squadra; contro i nemici è infatti possibile utilizzare, oltre alle armi da fuoco (e ai relativi potenziamenti), abilità tecnologiche (per violare il loro equipaggiamento tecnologico) e poteri biotici (per indebolirli, disarmarli o scagliarli a terra). Le abilità e i poteri disponibili ad un certo istante del combattimento dipendono, oltre che dalla quantità di punti spesi in precedenza per potenziarli, dall'utilizzo a cui sono stati soggetti negli istanti immediatamente precedenti della battaglia: dopo essere stato utilizzato, infatti, ogni potere necessita di qualche secondo per ricaricarsi prima di essere nuovamente disponibile al giocatore. " Non potevano rimanere coerenti a questo,aggiornando ma senza snaturare ?? p.s. Come tutti i commenti e i pareri è soggettivo e senza pretese
    • 1): Parlavo di quello che ho capito io in game, secondo me il sistema ideato e' un po' limitato. Ma discuterne qui' va bene 2): Assolutamente certo, quello lo avrebbero fatto se fossero stati una fazione "seria" 3): Si , ci avevo pensato che la loro idea di liberta' , scavalchi il Roleplay, la cosa pero' mi ha proprio infastidito. Avevo gia' letto la notizia, ma la cosa strana e' che secondo me e' pure scontato... cioe' non e' che siccome e' uscito The Witcher 3 ora non se li passa nessuno....non e' mica una cosa automatica...ed e proprio per questo che non devono accontentare nessuno.. anche solo con la spinta propulsiva dell' hype , riusciranno a vendere una valanga di copie. Ad esempio, quanto aspetti il prossimo TES?
    • beh! il due è decisamente il capolavoro assoluto dei PB e uno dei miglior action rpg di tutti i tempi
      anche perché ha insegnato tutto a tutti e il combat, dopo il disastro della gestione dei comandi nel primo, è tutt'oggi insuperato
      G3 poteva essere l'action rpg definitivo ma è rimasto quello che è per le note, tragiche vicende
      comunque non è che sia poi così più semplice dei precedenti, anche se l'impatto iniziale lo fa pensare
      è che, col personaggio poco sviluppato,  bisogna stare attenti e andare a sud ovest e non a nord est, o invece che giocare si passa il tempo a correre come dei dannati per salvarsi l ç#|° e non si riesce ad andare avanti con la storia (esperienza personale )
      infine: arcania non esiste
  • Discussioni del momento