Migliori utenti


Contenuti Popolari

Visualizzazione dei contenuti più graditi dal 25/05/2017 in Tutte le aree

  1. 7 mi piace
    Mi raccomando, EA... Non doppiare neanche questa serie, ormai abbiamo preso gusto a perdere la vista con sottotitoli in Arial 8!
  2. 6 mi piace
    Finchè l'impero non è caduto schiacciato dalla propria corruzione sociale, sfaldamento della famiglia, mollezza dei costumi e dalle spallate di culture che invece di pensare a metterselo in quel posto durante i baccanali, avevano obiettivi più "concreti" e strutture sociali che guarda caso si rifacevano proprio al concetto di famiglia e unità. Che oggi l'occidente stia commettendo gli stessi errori dell'impero? Un relativismo piuttosto pericoloso a mio avviso. Se non vediamo più il meglio o il peggio, ma solo il cambiamento, diamo campo libero a qualsiasi tipo di ideologia che apporti un cambiamento negativo alla società. E credo che un ideologia che, visto che studi sociologia, demolisca il tessuto fondamentale della società come la famiglia (che storicamente è sempre stato la base di qualsiasi forma di civilizzazione) senza quanto meno fornire un modello sostitutivo (e no, il gruppo "paritario" non è un modello sostitutivo, perché giusto per non dilungarmi, una nave senza capitano e ufficiali, ma fatta di soli marinai, non va da nessuna parte) è pericolosa per il benessere del tessuto sociale e della coesione dello stesso. @Alice Quando il sarcasmo scorre potente in qualcuno....cresce in me la necessità di chiederti un appuntamento fatto di una cenetta in riva al mare, seguito dallo sparare lacrimogeni contro un gruppo di no global e magari concludere la serata con lo sfatamento del mito del nonno... Ma neanche tanto, non vedo perché un estraneo, o la società, dovrebbe essere migliore di me genitore nell'educare i miei figli per quanto riguarda la sfera sessuale o comportamentale. Cioè dopo averli combattuti per anni come "occidentali", oggi stiamo arrivando, ridendo e scherzando, alle ideologie dei totalitarismi dove lo Stato e la società educano i figli per farne dei perfetti "membri del partito" (eliminando qualsiasi forma di educazione non-standardizzata) anche mettendoli contro le famiglie. Assurdo davvero superiamo quello che scrittori del secolo scorso pensavano essere solo "tetre" fantasie..
  3. 6 mi piace
    Mi sa che finiremo così...
  4. 6 mi piace
    Bethesda ha mostrato Fallout 5? No aspetta c'è scritto BioWare..... Sul serio un altro post-apocalittico....che ambientazione fresca e nuova.....e guarda anche le armature atomiche...o qualunque cosa sia quella copia a metà tra l'armatura di Dead Space e un'armatura atomica di F4. -.- Ma esplorare che so un'ambientazione steampunk o magari l'antichità e la mitologia no eh? Se gli altri fanno post-apocalittici lo facciamo anche noi. Bah, quando il marketing e il commercio ammazzano la creatività...
  5. 6 mi piace
    Quando ci si fa cogliere impreparati si scopre il fianco e si viene colpiti. Si rischia che l’impeto delle nostre azioni ci faccia finire male. Ad esempio, cercando di saltare addosso all’elfa oscura dal volto misterioso, il nostro verde amico si è ritrovato tramortito da un calcio in pieno viso. Questo sembra essergli costato caro, tanto da farlo finire in gattabuia in attesa del suo giudizio. Questa è sicuramente la dimostrazione di quanto l’impazienza ci possa mettere in posizioni di svantaggio. Oppure potresti cercare di offendere qualcuno senza assicurarti a tua volta di non essere deriso per delle evidenti mancanze… Leggi la news sul portale
  6. 5 mi piace
    RUBRICA GLI IMPERATORI DI TAMRIEL - LA DINASTIA YSGRAMOOR - PARTE 1 “Questa nuova Rubrica dedicata agli Imperatori di Tamriel è stata pensata appositamente per tutti coloro che hanno sempre amato tali personaggi. Analizziamo insieme le loro storie e le leggendarie imprese che hanno compiuto durante il corso delle Ere e che hanno contribuito ad arricchire la maestosa lore legata all’incredibile universo dei The Elder Scrolls – agg4361″. DINASTIA YSGRAMOOR ( ?? M.E. – 369 Prima Era ) RE YSGRAMOR ( ?? M.E. – ?? M.E. ) Ysgramor, successivamente conosciuto come Re Ysgramor, fu uno dei più grandi guerrieri Atmoriani, oltre che essere considerato anche uno dei più conosciuti e leggendari eroi di Tamriel. Egli, insieme ai suoi due figli, Yngol e Ylgar, e un ristretto gruppo di atmoriani, furono i primi uomini che si stabilirono a Skyrim, i quali colonizzarono di fatti il Continente di Tamriel. Durante la tarda Era Meretica, queste tre figure nordiche e un manipolo di altri atmoriani abbandonarono il proprio gelido continente in modo da sfuggire alla sanguinosa Guerra Civile, la quale ormai era diventata incontrollabile. Fu proprio per tal motivo che salparono alla ricerca di nuove terre: per poter continuare a vivere e prosperare in pace. Giunsero così a Skyrim. Per la precisione nel luogo conosciuto oggi come Capo Hsaarik, situato nel Promontorio Rotto, e in quelle vicinanze costruirono il primo insediamento umano di Tamriel, ovvero la città di Saarthal. Sempre in quel periodo Ysgramor e i propri compagni si imbatterono, fin da subito, nella prima razza elfica che conobbe gli uomini: gli Elfi della Neve. Inizialmente gli atmoriani e gli elfi vissero in pace e a stretto contatto. Ma si sa, le cose erano destinate a cambiare. Visto il continuo arrivo di uomini nelle regione di Skyrim, e quindi del veloce incremento della popolazione, gli elfi temettero che un giorno questi ultimi potessero prendere il sopravvento su di loro. E quindi decisero di agire in quella che viene ancora ricordata dai Nord di Skyrim come la Notte delle Lacrime; gli elfi guidati dal loro sovrano, il Principe della Neve, attaccarono la città di Saarthal facendo strage di tutti gli atmoriani che trovarono quella notte. A quello sterminio sopravvissero solo tre persone: Ysgramor e i suoi due figli, i quali fuggirono da Skyrim giurando vendetta contro gli autoctoni. Una volta rientrati ad Atmora, la loro terra natale, la Guerra Civile era ormai terminata. Ysgramor ne approfittò per raccontare alla propria gente delle terribili atrocità che compirono gli elfi verso i suoi compagni indifesi. Pieni di collera e di sete di vendetta gli atmoriani vollero aiutare il proprio fratello di scudo e futuro sovrano in questa impresa eroica. E così, con un forte esercito costituito dai migliori 500 guerrieri atmoriani (conosciuti come i primi 500 Compagni), Ysgramor fece pressione per salpare nuovamente verso le terre di Skyrim. Questi ultimi si imbarcarono nella città portuale di Jylkurfyk, considerata il più grande porto di Atmora, con tre grandi navi da guerra, e attraversarono il Mare dei Fantasmi, nel quale però dovettero affrontare la Tempesta della Separazione. Durante il catastrofico evento climatico, Harakk, la nave di Yngol, si arenò in una scogliera ghiacciata e successivamente il figlio maggiore di Ysgramor, insieme ai propri uomini, vennero attaccati e uccisi dai fantasmi marini. Una volta venuto a conoscenza dell’accaduto, Ysgramor rintracciò la nave incagliata con l’intenzione di andare a recuperare il corpo di Yngol ancora attorniato dagli orrendi fantasmi. Vedendo che era ormai troppo tardi, e che la vita del proprio primogenito era stata già presa da quegli abominevoli spettri, Ysgramor accecato dal dolore e dalla rabbia ne fece strage per vendicarsi. Dopodiché decise di seppellire il proprio figlio insieme ai compagni caduti in quello che oggi è conosciuto come il Tumulo di Yngol. Il figlio maggiore di Ysgramor e i suoi compagni furono i primi Figli di Kyne a venire seppelliti sotto i freddi cieli di Skyrim. La seconda parte sulla leggendaria figura di Ysgramor arriverà in seguito, intanto si ringrazia il nostro collaboratore Maraichux per aver arricchito la rubrica “Gli Imperatori di Tamriel” con i propri splendidi ritratti. Leggete la News sul portale
  7. 5 mi piace
    @D, tranquillo, ci penso io a fare il contro-altare. Mi stavo annoiando all'università ghgh Beh, non mi piace scrivere molto quindi userò poche righe. Concordo/non concordo con quello che c'è scritto. C'è da dire che in realtà già "ideologia gender" non vuol dire granché. Dopotutto gender vuol dire genere. Che razza di ideologia è quella di genere? Nella realtà è un termine molto mediale e ben poco scientifico, ma vabbeh, non stiamo all'American Journal of Sociology. Nella realtà la questione del matrimonio (civile) è una lotta che è necessaria per l'equiparazione dei diritti, sociali e civili, che sono riconosciuti alle coppie legate dal vincolo del matrimonio a livello puramente legale, tra cui c'è ad esempio la reversibilità della pensione o la possibilità di assistere il partner quando malato o malata. Fondamentalmente non ci ritrovo nulla di sbagliato in una cosa simile. Il matrimonio civile dovrebbe essere legato ad una legge laica, non legata a precetti religiosi. Con questo concetto di matrimonio e tale discorso parlo per lo più della situazione italiana, sia chiaro. Non mi butto in mezzo a culture e società legate anche a codici civili del tutto diversi dal nostro u.u Non concordo ancora con la visione stereotipata delle relazioni gay alla "prima si scopa, poi ci si conosce". Non ho mai riscontrato differenze nei metodi di corteggiamento e desiderio sessuale tra i miei amici gay ed etero: c'era chi voleva provarci con qualcuno per scopare, chi ci provava semplicemente perchè voleva metter su una "storia seria", senza scendere nelle millemila sfumature di cosa ciò voglia dire. Un'altra cosa che, sempre nell'articolo, viene utilizzata, sono svariati documenti ufficiali di Organizzazioni Internazionali. Nella realtà nessuno di quei documenti dice quello che l'articolo afferma. C'è una lunga spiegazione di perché vada spiegata la sessualità anche ai bambini tra 0-4 anni e dice chiaramente che c'è gradualità nella spiegazione, sia per evitare shock sia perchè è un modo per permettergli di affrontare, il più consciamente possibile, la normale evoluzione sessuale che ogni bambino/a ha nel corso della sua vita. “Eliminare stereotipi, pregiudizi, costumi, tradizioni ed altre pratiche socio-culturali fondati sulla differenziazione delle persone in base al sesso di appartenenza” Questo mi ha invece fatto sorridere. La legge usa sempre l'imperativo, da che mondo è mondo. Sempre. In qualsiasi ambito. Persino quando parla di come andare al cesso, la legge usa il dannato imperativo. Mi fa sorridere anche come si pensa che con eliminazione di costumi, tradizioni e pratiche subito si pensi all'uniformità e alla distruzione di tutta la natura dell'umana cultura iper-localizzata. E' stata distruzione di costumi, tradizioni e pratiche legate a differenze di sesso anche concedere il voto alle donne o permettere loro di andare all'università. Ma nessuno si permetterebbe mai di dire che la pratica di tenerle fuori dai salotti e relegate in cucina fosse, in qualche modo, una pratica buona e giusta. Le culture, dopotutto, sono soggette a variazione e movimento, sempre. Non c'è nulla di male in questo. In generale sono d'accordo con l'idea che ognuno dovrebbe fare un po' quel che cappero gli pare. La legge dovrebbe limitarsi a concedere pari diritti a tutti, che sia matrimonio, aborto o eutanasia. Per quanto riguarda l'educazione sessuale a scuola, io la metterei come ora bonus (come religione) con la possibilità di non farla per chi reputa di volerla insegnare autonomamente al proprio figlio, o non farlo affatto. L'articolo, in ogni caso, fa parecchio cagare a livello di rigore scientifico. A partire ad esempio dalla visione monolitica delle élite che perfino Mills, nel '60, aveva chiaramente superato a favore del pluralismo dei fattori. PS: se non vi risponderò, @D lo sa, non è per odio ma solo perchè nella realtà mi collego solo ogni morte di papa xD
  8. 5 mi piace
    Ciao a Tutti, sono nuovo nel forum, quindi non picchiatemi ( ho anche gli occhiali ). Sono un appassionato di tecnologia e giochi, e ho provato a risolvere assieme ad un amico, quello che potrebbe essere un problema comune, cioè la lettura dei libri di Skyrim dal televisore. Diciamo pure che tra una missione e l'altra e il tempo passato a incantare e forgiare, più di qualche libro lo abbiamo perso letteralmente per strada ( non siamo simpatici a Hermaeus Mora ! ). Va be avete capito, per farla breve abbiamo realizzato una semplicissima applicazione per la lettura dei libri che abbiamo raccolto fino ad oggi, ovviamente non è ancora completa, ora sono circa 280 volumi ( barile più barile meno ) trascritti a mano. Vi lascio sotto il link allo store, se vi interessa approfondire la lettura : Google PlayStore - Skyrim Library ciao ciao
  9. 4 mi piace
    Su richiesta di D apro un topic apposito per dire ciò che penso riguardo all'ideologia gender. L'avrei anche postato nel thread di Siege of Dragonspear ma è un discorso un po’ lungo e non so se riesco a sintetizzare. Per chi ha tempo di approfondire consiglio quest’articolo http://www.maurizioblondet.it/gender-arma-della-nuova-oppressione-libertaria/ Va detto che in origine la “filosofia” gender si schierava apertamente contro il matrimonio e contro la famiglia patriarcale rivendicando gli affetti e i sentimenti autentici in contrapposizione a quelle forme di relazione prescritte dalla società solo in quanto funzionali alla riproduzione. In tutto ciò c’erano incoerenze a iosa ma di fatto i gay che oggi vogliono il matrimonio al di fuori del rapporto uomo-donna sono agli antipodi del gender originario. La propaganda gender attuale mira all'omologazione sessuale secondo la tipica ideologia livellatrice di sinistra in nome dell’uguaglianza. Non esiste differenza tra bianchi e neri, non esiste differenza tra islamici e cristiani, non esistono popoli bellicosi e popoli pacifici, ecc… siamo tutti uguali ed è unicamente la società con le sue ingiustizie che crea le differenze. Portando alle estreme e paradossali conseguenze questa mostruosità si arriva a sostenere persino che non esistono maschio e femmina riducendo ai minimi termini l’aspetto biologico dell’uomo fino all’inglobarlo in quello culturale cavalcando l’onda del mondialismo quale mèta del genere umano. Si vogliono ridurre i sessi a delle convenzioni sociali affermando che lo scopo dell’uomo libero è di essere quel che si sente di essere, quindi puoi sentirti donna anche se hai un pene di 30 centimetri. Che sia geneticamente dimostrato che si nasce col corredo cromosomico XX o XY, tertium non datur, non è da prendere in considerazione ai fini di relativizzare la società quanto più possibile. E’ perfino un luogo comune ribadire come questa propaganda sia anche una palese arma di distrazione di massa convogliando sulla sua grancassa mediatica l’interesse di popolazioni inebetite che dovrebbero pensare a problemi più seri quali la propria sopravvivenza non più garantita. Invece, mentre si smantellano diritti e possibilità, l’attenzione è indirizzata sulla grande conquista di potersi sposare con qualcuno dello stesso sesso. Si godano pure la cerimonia visto che vivere insieme a lungo sarà piuttosto difficile se nessuno dei due sposi potrà avere un lavoro. Politicamente l’ideologia gender viene già utilizzata in modo strumentale quale nuova discriminante per escludere le forze politiche anti-sistema stigmatizzandole come omofobe rivelandosi oltretutto un utile grimaldello per conculcare le libertà residue del mondo libero. Laddove una libertà si impone come è il caso per l’ideologia gender, con tanto di apparato repressivo e psicopoliziesco predisposto per la punizione dei trasgressori la cosa è perlomeno sospetta. Del resto, imporre la cosiddetta libertà con la forza è prassi cui il sistema ci sta abituando, a partire dai bombardamenti per stabilire democrazia e libertà (e mi risparmio di citare Orwell). Al riguardo proprio l’articolo che ho linkato dice cose molto eloquenti: Già nel 1969 Frederick Jaffe, vicepresidente della International Planned Parenthood Federation (la grande entità promotrice dell’aborto legale, oggi diventata in Usa l’abortoio di massa che rivende le parti corporee di feti) redige un memorandum – attenzione, richiestogli dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità dell’Onu – indica i fini: “Ristrutturare la famiglia, posticipando o evitando il matrimonio; alterare l’immagine della famiglia ideale; educare obbligatoriamente i bambini alla sessualità; incrementare percentualmente l’omosessualità” Judith Butler, alta esponente della filosofia lesbica, sostiene che è necessario “il controllo assoluto sulle famiglie, sull’educazione, sui media e sulle conversazioni private”. Capito? “Controllo assoluto”. Persino sulle “conversazioni private”: bel programma libertario. Stalin non avrebbe potuto dir meglio. Quanto ai media, le dichiarazioni di intenti dei gruppi femministi avviati a Pechino intimano agli autori televisivi, di cartoni animati e di testi scolastici quanto segue: “Non bisogna mai mostrare le donne come madri a tempo pieno o casalinghe, a meno che non si raffigurino come vittime di violenze, sociopatiche, o nelle vesti di fanatici religiosi”. Notate il tono imperativo: “Non bisogna”. “Mai”. Per contro, secondo Shulamit Firestone (notissima esponente femminista, fino al giorno in cui si suicidò nel 2012) bisogna promuovere il “pansessualismo senza ostacoli. In cui la perversità polimorfa sostituirà l’etero, l’omo, la bi-sessualità”: da cui si vede con quanta naturalezza il programma totalitario femminista si colleghi alle”battaglie omosessuali”, alle “lotte di liberazione” sodomitiche, LGBT, che stanno chiudendoci nella loro gabbia totalitaria. Ciò serve, per la Firestone, a annullare “il tabù dell’incesto”. “Il tabù dell’incesto serve solo a preservare la famiglia. […] Una volta eliminato il tabù dell’incesto, non ci sarebbe niente di male se un bambino avesse rapporti sessuali con la madre”: naturalmente, bisognerà forzare i bambini, condizionarli ad accettare questa liberazione dal tabù. A ciò mirano tutti i testi ONU, i programmi UE, le “riforme educative” mondialiste, e i progetti sovrannazionali che passano sotto la dizione (in neo-lingua orwelliana) di “diritti del bambino” . I “diritti del bambino alla sessualità” erano già invocati fra i “diritti umani” in una conferenza ONU del Cairo, nel 1994, sulla popolazione. Avrete notatola parola “obbligatoriamente”. Di fatto, è impressionante con quanta frequenza tali termini che invocano coazione, ricorrano nei testi dell’ideologia del “gender” e delle loro promotrici. Bisogna fare violenza alle donne e alle famiglie, per liberarle. Abbiamo già visto la direttiva del Planned Parenthood, l’abortoio: “educare obbligatoriamente i bambini alla sessualità”, per convincerli che “gli esseri umani alla nascita sono psicosessualmente plastici”; così sono escogitate le nuove pedagogie che insegnano ai maschietti all’asilo a comportarsi da bambine, a recitare di “sposare” altri maschietti, gli Standards per l’Educazione Sessuale in Europa, emanati nel 2010 dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomandano d’ insegnare ai bambini di 4 anni “il piacere di toccare il proprio corpo”. Si punta al condizionamento dei bambini come cani di Pavlov. E’ violenza,come dimostrano le innumerevoli reazioni di bambini di questo tipo: “Mio figlio è tornato a casa e mi ha detto: il sesso fa schifo; parlandoci ho capito che era rimasto disgustato dalla spiegazione data in aula del sesso orale”. Ma è ovvio che un regime totalitario così inaudito da imporre ogni perversione, patologia e vizio sessuale come “valore pubblico”, debba trattare l’innocenza infantile come uno spregevole residuo del passato, da stroncare corrompendo le piccole anime: nel che mostra la sua natura metafisicamente satanica . Il governo quindi insiste nel compito educativo di far superare il disgusto ai giovani: “Per le scuole superiori il MIUR e l’UNAR promuovono la visione di film di amore omosessuale guidati da kit didattici”. Tra i film ce n’è uno che insegna questo: “nel mondo gay funziona così, cioè prima si scopa e poi ci si conosce” […] ..Una successione di normative e decreti, spesso atti amministrativi (sottratti dunque alle “garanzie previste dal sistema giuridico per le fonti di diritto” ) che dobbiamo per forza accorciare. Arriviamo al ddl Fedeli, 2014, quando la allora vicepresidente del senato Valeria Fedeli dà le istruzioni per la “lotta ai pregiudizi”; il “disegno di legge Fedeli è assorbito in toto dalla legge di riforma della legge chiamata La Buona Scuola”, scrive la Frezza; e la Fedeli, fanatica ideologica del “gender”, è la ministra della Istruzione, senza titolo di studio, ma assolutamente titolata per attuare il programma totalitario di sovversione dei giovani nella scuola. Cosa si propone il ddl Fedeli? Lo dice la relazione preliminare: “Eliminare stereotipi, pregiudizi, costumi, tradizioni ed altre pratiche socio-culturali fondati sulla differenziazione delle persone in base al sesso di appartenenza”. Ancora il tono imperativo: “Eliminare”. E non solo “stereotipi e pregiudizi”, ma soprattutto “costumi e tradizioni”: la volontà totalitaria di sradicare la struttura storica e culturale, i fondamenti della stessa identità di un popolo. Allo stesso modo, i bolscevichi hanno provato per 70 anni di sradicare la cultura e le tradizioni russe a forza di pistolettate alla nuca e di GuLag. Decisamente i comunisti restano affezionati ai loro sistemi e progetti di creazione coattiva dell’Uomo Nuovo; pur essendosi messi al servizio del capitale internazionale, restano, si può dire, Fedeli ai vecchi metodi. Non solo la biologia non è un destino, ma la biologia addirittura non esiste: questo ci dice, in ultima analisi, la propaganda gender. L’anima ce la siamo lasciata alle spalle già da tempo, ma adesso scomparirebbero anche gli istinti e le predisposizioni biologiche: il modello di uomo è quello preconizzato da Filippo Tommaso Marinetti nei vari Manifesti del futurismo: “l’uomo meccanico, dalle parti cambiabili”; “la fusione tra uomo e macchina”. Siamo nel transumanesimo consumistico: si progettano robot che assomiglino a uomini e uomini che assomiglino a robot e siamo vicini al punto di convergenza. Vista l’idiozia dei progettisti, non ci resta che sperare nell’intelligenza artificiale. Intorno a noi un popolo di schiavi robotizzati reclutati col telefonino, pronti in cambio di un nuovo gadget ad obbedire al nuovo feudalesimo dal volto umano e democratico. Non un Dio, come diceva Heidegger, ma soltanto un apocalisse ci può salvare e neanche di questo si può essere affatto sicuri.
  10. 4 mi piace
    Non lo mettevo mica in dubbio .... solo che averlo davanti lo rende pure peggio In ogni caso, questa gente per quanto si reputi acculturata e blablabla ... è stupida. Prendere un'opera e portarla fuori dal proprio contesto sociale e culturale, e soprattutto storico, è la cosa più idiota che si possa fare. Con il metro di oggi sono tutti anti-semiti, razzisti e omofobi. Aboliamo la cultura pre-XX secolo e facciamola finita, no? Anzi no, perchè pure nei primi anni del Novecento non scherzavano .. aboliamo tutto ciò che è pre-Internet. Bah .... e questa gente dovrebbe capirne di diritti umani.
  11. 4 mi piace
    il tempo! il tempo! il tempo! il tempo!
  12. 4 mi piace
    Quest'argomento è un discorso molto lungo e a parte. Ed è comunque una pratica abominevole. E te lo dico io che sono un biotecnologo e quindi questo sarebbe anche il mio pane. Ma a te a 4 anni che cosa ti fregava della sessualità? ma anche a 6. Perchè si deve violentare un bambino imponendogli una spiegazione (di parte) non richiesta? il bambino apprende autonomamente e come fatti casuali che cos'è la sessualità arrivando poi nella pubertà a diventare un topo da biblioteca sull'argomento. è stato così per tutta la storia umana penso, non capisco perchè ora ci sia questa necessità... (inodottrinamento??). Anzi mia moglia lavora in un CFP e ormai le ragazzine che arrivano tra i 13 e 15 anni sono tutte navigate per quanto riguarda la sfera sessuale, ma non per studio ma per pratica. le inesperte sono solo 1 o 2 per classe. Questo non è normale perchè se a quella età ti senti già un adulto, alla nostra età vedi che in realtà sono dei grandi bambini. bisognerebbe ridurre la sessualità al giorno d'oggi non introdurla fin dall'infanzia. Che poi non è solo il problema di fare sesso o no, ma spesso le ragazze rimangono incinta, il 90% abortisce senza rendersi conto di quello che fa oppure prendono la pillola già da quando hanno 13 anni (che non è il massimo per una donna) anche perchè moli ragazzi non vogliono usare il preservativo per "voglia" o perchè costano. Questi non sono documenti o citazioni ma è la situazione reale all'interno di una scuola Per sorridere meglio guarda la storia della cina, prima dell'avvento del comunismo e dopo e guarda la società cinese oggi come è ridotta culturalmente e anche a che livello di diritti sono arrivati.
  13. 4 mi piace
    Drew Karpyshyn‏, lo scrittore dietro le storie di Baldur's Gate, Knights of the Old Republic ed i primi due Mass Effect, ha confermato con un tweet che tornerà al timone della nuova IP BioWare, Anthem, l'action RPG di cui vi abbiamo parlato ieri. Questo non può far che ben sperare per la validità della componente single player del gioco, perlomeno per quanto riguarda la storia, visto che molti sono preoccupati di trovarsi di fronte ad un nuovo Destiny, ricco di azione multigiocatore, ma scarno sotto il punto di vista di molti degli aspetti che stanno a cuore a noi giocatori di ruolo. LEGGI LA NEWS SUL PORTALE
  14. 4 mi piace
    Semplice pagina dove condividere le proprie speranze in merito agli annunci che (si spera) arriveranno fra qualche giorno , in fondo l'E3 di Los Angeles rimane nel bene e nel male , l'evento piu' importante di quest' industria. Partendo dal presupposto che annuncino robba nuova e che quindi non posso conoscere vi indico le mie speranza veloci: 1) Dragon Age 4 o Dragon Age Tevinter o come si chiamera' , e dai che i tempi sono maturi. 2) Borderlands 3! sono anche passati 5 anni dal secondo fenomenale capitolo....e poi Destiny non mi ha mai preso , neanche un po' . 3) Il nuovo Bloodborne o la nuova ip From software. 4) Per ultimo aggiungo questo rumor che mi ha stuzzicato non poco , ovvero della nuova IP di Bethesda..... http://www.eurogamer.it/articles/2017-06-05-news-videogiochi-starfield-rpg-fantascientifico-sviluppato-da-bethesda-e3-rumor 5) E ovviamente tutto le novita' che ci saranno (spero) A voi!
  15. 4 mi piace
    Nel promuovere la nostra raccolta fondi per doppiare in italiano Baldur's Gate: Enhanced Edition, avevamo ideato diverse ricompense per i backers. Con nostro grande dispiacere, non siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo necessario, ma abbiamo comunque deciso di ultimare e di rendere disponibili al pubblico alcune delle nostre creazioni. In caso di successo, avevamo pensato di omaggiare i nostri sostenitori con una sorpresa - la traduzione in italiano del manuale "Mastering Melee & Magic" di Baldur's Gate: Enhanced Edition. Trattasi di una ricca e nutrita raccolta delle regole dell'edizione Advanced Dungeons & Dragons, con approfondimenti sulle dinamiche di gioco, caratteristiche, abilità, razze, competenze con le armi, incantesimi, tabelle ed altro ancora! Ringrazio tantissimo: - @Anna_Somniar e @improb@bile per il loro incredibile lavoro di traduzione - @Anna_Somniar (sempre lei!) per il mitico lavoro di impaginazione - @Sharsek per il suo impeccabile lavoro di proofreading Il manuale "Mastering Melee & Magic" può essere scaricato qui. Sentitevi liberi di riportare il vostro apprezzamento ed eventuali refusi in questo thread Buona lettura! Link ai thread delle altre ricompense: "I Racconti di Dave Gross" "Portraits Pack" per le Enhanced Edition
  16. 4 mi piace
    Me felice: grazie ai saldi di gog, ho appena comprato tutti i dlc per DAO* *(finora avevo soltanto awakening e Shale) Erano anni che aspettavo un'offerta così ^^
  17. 4 mi piace
  18. 4 mi piace
    I Libri di TES V: Skyrim ora disponibili in Italiano su Smartphone Tutti noi iperTESi sappiamo che la vera grandezza della più famosa saga Bethesdiana è il lore, la maggior parte del quale è ricostruibile nella miriade degli splendidi libri che abbiamo compulsivamente collezionato nei giochi. Un problema è che, nella frenesia dell’azione, capita di farsene sfuggire qualcuno, magari tra i migliori, o di riservargli un’occhiata frettolosa e inadeguata alle sue qualità. Ma oggi Volgar Braccio di Pietra e un suo amico si sono fatti carico di tradurli nella nostra lingua e liberamente scaricabili da Google Play. L’app si chiama “Skyrim Library” e si trova a questo indirizzo. Hanno già tradotto la bellezza di 280 (!) libri estrapolati da TES V. Skirim, una mole enorme di parole e sono intenzionati, fortunatamente, a non fermarsi. Invito tutti gli appassionati ad appropriarsi di questa splendida app, che darà un senso ai nostri ritagli di tempo, e a supportare gli autori, nella speranza che riescano, al più presto, a completare certe epopee divise in vari volumi tra le quali si trovano autentici gioielli di Peterson, Kirkbride, Pagliarulo ecc. Buona lettura. Leggete la news sul portale
  19. 4 mi piace
    Gli Allegri Buffoni ci regalano i Racconti di Dave Gross Lo storico team responsabile di tante importanti traduzioni (Baldur’s Gate EE, Icewind Dale EE ecc.) ha provveduto a tradurre alcuni tra i migliori racconti del famoso scrittore Dave Gross e ora li ha rilasciati liberamente scaricabili a questo indirizzo. Per chi non conoscesse ancora questo grande autore fantasy, ricordiamo che per Beamdog è stato il lead designer di Baldur’s Gate Enhanced Edition. A lui si devono la storia e i dialoghi dei tre nuovi PNG introdotti in BGEE: la maga selvaggia Neera, la guardia nera Dorn e il monaco dell’Anima Solare Rasaad. In seguito all’uscita del gioco, Dave scrisse un racconto per ciascuno di questi personaggi, gettando luce sul loro passato. Oggi avete l'occasione di toccare con mano tutta la genialità dell’autore che emerge potente sia nella brillante scrittura che nella geometrica costruzione dei plot, sempre avvincenti e sorprendenti. Gli Allegri Buffoni li hanno tradotti in italiano, mentre l’impaginazione è stata curata dall’ottimo Carmelo Baldino. La copertina è stata realizzata con uno stile che ricorda la cover dell’espansione "Tales of the Sword Coast", le pagine riproducono un motivo a pergamena e diversi artwork del gioco. Ricordiamo che la fama di Groos è anche legata a romanzi e racconti ambientati nei Forgotten Realms. Ma la sua opera forse più famosa è “Il Signore delle Rune- Pathfinder Tales” disponibile anche in italiano e basato sull’omonimo Gioco di Ruolo, spin off e principale concorrente di Dungeons & Dragon. Buona lettura Leggete la news sul Portale
  20. 4 mi piace
    e allora ci capiamo perfettamente io sono cresciuto a pane & Gothic, il primo mi fulminò malgrado certe rozzezze e i comandi improbabili, il secondo resta, indiscutibilmente, un gioco "perfetto" e il prototipo di come andrebbe fatto un action rpg pensa che ho apprezzato anche il terzo e tutti i risen, compreso il secondo, i loro giochi hanno sempre conservato un "profumo" particolare anche se il team originale non esiste più e la loro dirompente carica innovativa si è un po' assopita ribadisco: preorder
  21. 4 mi piace
    Non posso non condividere il commento di Michela Murgia all'ultimo "libro", se così si può chiamare, di Fabio Volo: "Gli alberi si vendicheranno, non passare nei boschi perché non sai come la natura potrà reagire ad uno spreco di cellulosa di questo tipo" LOL
  22. 3 mi piace
    Quoto hyperionx e Pathfinder che da come scrivono sembrano aver smanettato a lungo e ti hanno detto il giusto. Bastano anche due spessori sotto il portatile per far circolare più aria. Per esempio se lo usi sopra il letto, la ventola ovviamente sarà un pò tappata e non fa bene il suo lavoro. basta anche il semplice accorgimento di tenere sempre pulita la ventola da pelucchi e tutto quello che si potrebbe avvolgere sul'alberino della ventolina, senza contare l'eventuale sporcizia che inevitabilmente si accumula sulle palette di quest'ultima, adesso le ventole sono di un altro tipo, ma una volta io le smontavo anche, toglievo il tappino di gomma e inserivo del grasso apposito, spariva rumore e sarebbe andata bene per molto altro tempo se la si manteneva pulita, perchè la sporcizia potrebbe creare dei sbilanciamenti e far lavorare la ventolina in maniera sbagliata fino al giorno che la cambi per forza. Ma ho visto ventole andare per più di 20 anni senza fare una piega. Comunque in un pc di qualsivoglia specie, la ventilazione è la più importante, specie la parte estrattiva del calore. Aprirlo e mettergli un ventilatore addosso a volte potrebbe funzionare nell'immediato, ma in seguito potrebbe essere controproducende, come già hanno detto, un pc è fatto per stare chiuso perchè si "devono" creare determinate correnti e flussi d'aria e se il sistema di "raffreddamento" è stato fatto bene tenendo conto di tutto l'hardware, allora non può succedergli nulla. Insomma manutenzione come la fareste alla vostra auto! (se volete che vi porti a spasso...) il raffreddamento a liquido poi è tutta un altra storia e non è questo il caso. Una volta (fuori italia) in un cantiere polveroso con caldo e umidità pazzesca, mi chiamano perchè il loro pc non funzionava più, lo apro tutte le ventole compresa quella del processore erano incrostate con una specie di cemento, scheda madre e il resto era ricoperto dallo stesso strato che non andava via soffiando, era proprio fissato. Dato che il pc doveva per forza essere usato all'aperto (sotto un piccolo tettuccio). la soluzione è stata quella (oltre di cambiare il dovuto) di costruire un semplice gabbiotto di legno comodamente apribile, ma foderato con 3 strati di calze da donna da cui aspirare lo sporco regolarmente per mantenere un buon flusso d'aria "pulito". A volte ti devi arrangiare con quello che hai...basta che raggiungi lo scopo. Anchio comunque ti sconsiglio di provarci se non l'hai mai fatto, i video sembrano all'apparenza facili da seguire, ma i guai che si possono provocare sono dietro l'angolo, come ti hanno detto basta anche solo una piccola scemenza per mandare tutto all'aria. comunque non ci vuole una laurea in scienze nucleari, uno per passione può imparare a far di tutto.
  23. 3 mi piace
    Gli “Allegri Buffoni” sono inarrestabili, questa volta è il turno dei “Ritratti” Come ricorderete, il generoso tentativo degli “Allegri Buffoni” di arricchire il Capolavoro Bioware con un degno doppiaggio in italiano non aveva avuto una conclusione degna della caratura del progetto. Al di là delle inevitabili recriminazioni sul livello culturale dei videogiocatori italiani, resta il rimpianto per una grande idea che non ha avuto il successo che meritava. Tra le meraviglie che ci siamo persi si annoverano anche questi quattro eccellenti “Ritratti”, elaborati dalla nostra WillowG con una maestria che ci aveva stupito. Chi scrive aveva seguito un po’ la genesi dell’opera e può testimoniare come il risultato sia anche frutto di numerose rielaborazioni e perfezionamenti per renderlo del tutto degno e conforme alla lettera e allo spirito dell’originale. La buona notizia è che oggi potete comunque utilizzarli in Baldur’s Gate: Enhanced Edition, Baldur’s Gate: Siege of Dragonspear, Baldur’s Gate 2: Enhanced Edition e Icewind Dale: Enhanced Edition. Il “boss” Aedan ci spiega come selezionarli durante la personalizzazione del personaggio: - Nella cartella “Documenti”, troverete una cartella con il nome della versione enhanced di vostro interesse (ad esempio, Baldur’s Gate Enhanced Edition). - Al suo interno, create una cartella chiamata Portraits. - Copiate i nostri ritratti all’interno della cartella Portraits. I ritratti sono già nel formato richiesto dal gioco (BMP). Se cambiate formato, non saranno visualizzabili. - Avviate il gioco. Durante la creazione del personaggio o selezionando la voce “Personalizza”, fate scorrere la linguetta di sinistra. Potrete così visualizzare e selezionare i nostri ritratti. Potete scaricare il tutto a questo indirizzo. LEGGI LA NEWS SUL PORTALE
  24. 3 mi piace
    Non dormiamo... stiamo lavorando per voi.. e, notiziona notiziona, ora ci sta dando una mano anche il grande Puxxup.
  25. 3 mi piace
    Bel thread, complimenti! (Alice ma quanto mi piaci ) Da Papà quale sono , ho già affrontato l`argomento in sede scolastica quando mio figlio andava alle elementari. Un putiferio, Quindi non so voi quanto, alla fine ne siete coinvolti in prima persona, però ricordo perfettamente la proposta di travestirsi da bambina e truccarsi che c`era nel succitato librettino di educazione sessuale o al piacere, non ricordo il nome esatto. Beh, non l`ho accettato, semplicemente perchè la sessualità non era un tema che lo sfiorava, quindi interferire sul pensiero , sulla spensieratezza, ossessionandolo, imbarazzandolo, mi è sembrato assurdo e una violenza psicologica. Voglio ricordarvi che aveva 7 anni.
  26. 3 mi piace
    tralasciando la follia di Freud, l'edeucazione sessuale, che dovrebbe solo riguardare esattamente quello che dici te e non su come è meglio fare un po****o o come applicare il kamasutra e ancor meno propagandare la teoria LGBT (dove la E di eterosessuale è "casualmente" omessa), avrebbe senso a partire dalle scuole medie, dove il ragazzino arriva ad interessarsi all'argomento naturalmente senza forzature, non di certo all'asilo o alle elementari
  27. 3 mi piace
    Sembra che Bethesda non la voglia smettere di riciclare Skyrim in tutte le salse, e dopo l'annuncio di Skyrim per Nintendo Switch, nonché Fallout 4 VR, anche Skyrim riceverà la stesso trattamento per realtà virtuale, anche se al momento sembra solo per PlayStation VR, disponibile unicamente per PlayStation 4. Il gioco comprenderà anche i DLC, ovvero Dawguard, Hearthfire e Dragonborn.  Fa tuttavia piacere vedere grandi blockbuster venire trasposti per la realtà virtuale. Potrebbe essere l'impulso giusto per potersi imporre sul grande mercato, visto che finora la presenza di killer app era assai limitata (se non nulla). LEGGI LA NEWS SUL PORTALE
  28. 3 mi piace
    Vampyr si mostra all'E3 con 10 minuti di gameplay inedito Anche Vampyr, l’action-RPG in sviluppo presso Dontnod Entertainment, è presente all’E3 2017. La partecipazione del gioco è stata annunciata da un nuovo trailer dai toni dark, ma oggi sono arrivate altre novità direttamente dalla fiera di Los Angeles. L’oscuro titolo dello studio francese, infatti, è stato protagonista di una demo di 10 minuti di gameplay inedito. Il video è interamente commentato dagli sviluppatori, che parlano della storia, del combattimento e delle difficili scelte che caratterizzano Vampyr. Le scelte in effetti sono un punto focale del titolo, capaci di plasmare l’intero mondo di gioco. Un elemento finora mai approfondito è il sistema dei dialoghi, che qui compare in diverse occasioni. La demo mostra anche qualche sequenza di combattimento, l’interazione con gli NPC e alcuni momenti di esplorazione nell’affascinante Londra del 1918. Il gameplay è ancora quello della versione alpha, perciò la versione definitiva sarà certamente più rifinita. La versione testata è quella per PlayStation 4. Ambientato sullo sfondo dell’epidemia di influenza spagnola, Vampyr racconta la storia di un medico diventato vampiro, dilaniato tra il suo desiderio di curare i malati e la sua distruttiva sete di sangue. Il gioco è previsto per novembre 2017 e uscirà su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Impazienti di indossare i panni del tormentato Jonathan Reid? Leggete la news sul portale
  29. 3 mi piace
    @WillowG guarda un po' chi si è finalmente fatto vedere?
  30. 3 mi piace
    A Way Out sembra interessante, lo terrò d'occhio. La coop sembra particolarmente azzeccata e lo split screen cutscene/azione secondo due o tre punti di vista mi ricorda tantissimo Heavy Rain, ed è un bel ricordo. Battlefront non è il mio genere ma è Star Wars, quindi l'ho seguito con piacere anche se probabilmente non ci giocherò mai. Le ambientazioni sono bellissime, splendida la ricostruzione di Naboo. Però questa cosa che gli eroi sono slegati dall'ambientazione non si può vedere. Probabilmente qualcuno adorerà fare combattere Rey e Darth Maul, o avere Boba Fett a Naboo, ma a me fa venire i brividi. Anch'io attendo con ansia la presentazione di Detroit, invece. Ha un grandissimo potenziale e di Quantic Dream bene o male mi fido.
  31. 3 mi piace
    Mastering Melee & Magic: un altro regalo dagli "Allegri Buffoni" Gli RPG Old Scool presentano un livello di difficoltà inconsueto per i nuovi giocatori, soprattutto per la complessità dei ruleset. Districarsi tra numerose schermate di tabelle e terminologie che possono apparire eccentriche può scoraggiare chi non ha dimestichezza con questi universi. "Mastering Melee & Magic" è il manuale di Baldur's Gate che riporta analiticamente le informazioni fondamentali per addentrarci in questi fantastici mondi. Di più: questo ponderoso tomo di centosessanta pagine (!) può essere il passepartout per capire come procedere anche nelle altre pietre miliari degli RPG Old School e nei numerosi epigoni che continuano a uscire regolarmente in giorni in cui il genere vive una seconda giovinezza. Termini come "Caotico Buono", "Legale Malvagio", "Protezione dal Male", "Trovare Famiglio", "Individuazione dell'Illusione", "Critico", "Saggezza" ecc. non avranno più segreti per voi. Dopo "I Racconti di Dave Gross", gli "Allegri Buffoni" ci regalano un altro fondamentale tassello per il godimento e la comprensione non solo di Baldur's Gate" ma anche dei Giochi di Ruolo in generale e, questa volta, con un fondamentale manuale da acquisire e conservare gelosamente per una migliore fruizione dei nostri vg preferiti. Mastering Melee & Magic è liberamente scaricabile a questo indirizzo: http://www.mediafire.com/file/7dk7717xj3mvxaj/BGEE+Mastering+Melee+and+Magic.pdf Buona lettura! LEGGI NEL SITO
  32. 3 mi piace
    http://www.elconfidencial.com/tecnologia/2017-05-05/fx-interactive-insolvente-fogasa-pc-futbol_1376814/ Articolo in spagnolo, tranquillamente leggibile con un copy & paste su un traduttore automatico qualsiasi. Se anni fa FX avesse dichiarato il fallimento e si fosse messa a disposizione di qualche distributore più solido, avrebbe potuto cavarsela. Purtroppo la società è rimasta in mano a persone non capaci di gestire un'azienda il cui prodotto riguarda un settore in forte trasformazione e con aspettative di un certo tipo. Un grande peccato
  33. 3 mi piace
  34. 3 mi piace
    Sono in attesa di notizie su DA4. Anche perché altrimenti Mark Darrah ci esplode E a questo punto viglio vedere che è stò progetto "Dylan" dei BioWare. Anche se mi da di un nuovo Destiny o affini. Non voglio arrendermi e spero in notizie su Kingdom Hearts 3 e Beyond Good&Evil 2 ( aspetto e spero) Cyberpunk è ovviamente tra le robe che mi incuriosiscono. Così come The Last Of Us parte 2 e Detroit : Became human ocomesichiamanonricordo. Comunque sia Naughty Dogs e Quantic Dream sono da tenere d'occhio.
  35. 3 mi piace
    Eh eh, lavorare al fianco di @Maraichux è una garanzia, non potevo farmi sfuggire un'opportunità del genere. Comunque un grande ringraziamento va anche a @Matteum Primo , che mi ha seguito e aiutato nella realizazzione di questa nuova Rubrica nelle ultime settimane.
  36. 3 mi piace
    Nel promuovere la nostra raccolta fondi per doppiare in italiano Baldur's Gate: Enhanced Edition, avevamo ideato diverse ricompense per i backers. Con nostro grande dispiacere, non siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo necessario, ma abbiamo comunque deciso di ultimare e di rendere disponibili al pubblico alcune delle nostre creazioni. Iniziamo con la pubblicazione de "I Racconti di Dave Gross", tradotti da Gli Allegri Buffoni. Dave Gross è l’autore della storia e dei dialoghi dei tre nuovi PNG introdotti in BGEE: la maga selvaggia Neera, la guardia nera Dorn e il monaco dell’Anima Solare Rasaad. In seguito all’uscita del gioco, Dave scrisse un racconto per ciascuno di questi personaggi, gettando luce sul loro passato. Gli Allegri Buffoni li hanno tradotti in italiano, mentre l’impaginazione è stata curata dall’ottimo Carmelo Baldino. La copertina è stata realizzata con uno stile che ricorda la cover dell’espansione "Tales of the Sword Coast"; le pagine riproducono un motivo a pergamena e diversi artwork del gioco. Ringrazio tantissimo: - @Morte per il suo spettacolare e bellissimo lavoro di impaginazione, creazione della copertina e del layout - @Lisaralin, @Pibaro e @totuccio5 per la traduzione dei racconti - @improb@bile, @Anna_Somniar, @Sharsek, @Davide e @Matteum Primo per il loro lavoro di revisione "I Racconti di Dave Gross" sono disponibili in formato pdf e mobi. Li potete scaricare qui. Sentitevi liberi di riportare il vostro apprezzamento ed eventuali refusi in questo thread Buona lettura! Link ai thread delle altre ricompense: Manuale "Mastering Melee & Magic" "Portraits Pack" per le Enhanced Edition
  37. 3 mi piace
    Temo nessun F5 o Tes6, ma bensì un F4 adattato al VR...spero vivamente di sbagliarmi. Comunque sia spero in un Red Dead puro (non caciarone come GTA V)
  38. 3 mi piace
  39. 3 mi piace
    Buongiorno a tutti! Mi chiamo Gaia, professione ristoratrice, mamma giovane, appassionata di sci-fi, manga e fantasy! Nel tempo libero scrivo e organizzo eventi di poesia nella mia regione. Da adolescente sono stata una gran giocatrice su pc di tutte le vecchie glorie anni 90 e 2000, da poco cambiando computer ho ricominciato a giocare online (intanto con DOMO, vecchia passione, poi si vedrà). IGN online quasi sempre Mahl. Passo da queste parti per cercare nuove idee e nuovi compagni di gaming. A tutti voi buona giornata!
  40. 3 mi piace
    https://www.amazon.it/Asus-GL753VE-GC004T-Notebook-Processore-i7-7700HQ/dp/B01MS9VC14/ref=sr_1_16?m=A1HO9729ND375Y&s=warehouse-deals&ie=UTF8&qid=1496687161&sr=8-16&keywords=notebook Questo è usato garantito Amazon, venduto e spedito dallo stesso il che significa garanzia problemi zero, solo che costa 979€ ma ha una 1050ti..... Dovrebbe essere un bell`acquisto, visto che costerebbe 1400 euro nuovo, Ma purtroppo sfora un po il tuo budget. Tuttavia io starei dietro un po a queste occasioni.
  41. 3 mi piace
    Sarò sintetico, la differenza tra il multiplayer e il singleplayer (almeno per quanto mi riguarda) sta nel fatto che nel primo caso fondamentalmente giochi per competere, nel secondo invece giochi per divertirti. Ragion per cui continuo a preferire quest'ultimo nonostante non disdegni qualche escursione nel multi per tenermi allenato
  42. 3 mi piace
    Riesumo una vecchia discussione ma il messaggio iniziale è davvero troppo brillante. Questo topic mi ha fatto un po' sorridere e un po' pensare, condivido tutti i punti che hai esposto in misura più o meno maggiore... anche se sono una testa dura e continuo a dar fiducia ai mmorpg. Ho iniziato a giocare da bambina al pc, quando ancora i giochi erano sui floppy disc (mi ricorderò sempre uno di quelli su cui passai più ore, il gioco del Re Leone, quattro floppy), e il pc è rimasta la piattaforma che ho sempre preferito negli anni. Abito in una zona un po' sfigatella del Friuli, sul confine con la Slovenia, con mille conseguenti problemi di linee telefoniche quindi un buon adsl è arrivato piuttosto tardi... ma appena è arrivato mi sono buttata sui mmorpg, perché comunque giocare "con" gli altri in ogni frangente è una delle cose che preferisco. Purtroppo, con gli anni, il "con" diventa sempre più difficile... ma non è solo una questione di gaming online. Quando ho iniziato a giocare 10 anni fa c'erano bimbiminkia che spammavano le chat, che duellavano contro il mondo, casher industriali che compravano mezzo item mall, personalità disturbate... ma erano piccoli casi random che potevi bypassare e farti il tuo gruppo, la tua gilda, i tuoi amici. Alcune persone conosciute nei primi mmorpg li sento ancora oggi che la vita ha portato tutti lontano. Oggi però è un po' più difficile. Davvero, i "casi umani" sono sempre di più. Le persone sono cambiate. Personalmente non ho mai avuto problemi di gaming per essere una ragazza in tutti questi anni: ho un carattere abbastanza forte quindi non ho problemi a rimettere in riga chi prova a svirgolare, ma nessuno mi ha mai mancato di rispetto per il fatto che io fossi femmina in un ambiente in prevalenza maschile... fino ad oggi. Ho cambiato computer da poco e appena l'ho fatto ho installato di nuovo dopo anni i giochi che frequentavo di più. Bene, i "nuovi bimbiminkia" di oggi sono assai più violenti, aggressivi, volgari, sessisti, razzisti e irrispettosi. E i GM tendenzialmente più inutili. Per la noia da gioco... beh, lo ammetto, anche io ho giocato e mollato molti titoli. Ad oggi l'unico che mi mantiene fedele è domo (con l'apertura del nuovo server ho ricominciato da zero per la terza volta, fate voi che fedeltà... XD), ma perché molti sono incompleti: se c'è la storia non c'è un bel sistema di classi, se c'è un bel gruppo magari ci vogliono troppi soldi, se c'è una bella musica magari fa schifo la grafica... mah. Comunque io continuo a giocare online. Perché come fuori dalla porta ci sono persone si e persone no, o giorni si e giorni no, lo stesso vale sui server.
  43. 3 mi piace
    Qui un' anteprima di SpazioGames: http://www.spaziogames.it/recensioni_videogiochi/console_multi_piattaforma/20856/elex Sul combat system c' è poco da fare secondo me, a pochi mesi dall' uscita mi sa che dobbiamo accontentarci. Personalmente non mi importa molto. Invece una meccanica del gameplay di cui non posso fare a meno nei loro giochi è il fatto di incontrare nemici troppo forti nei primi momenti e ritornare più avanti nel gioco a batterli... è sempre stato molto gratificante e soprattutto realistico. E' una cosa che regala un' enorme soddisfazione. Ti rendi conto di aver fatto crescere bene il personaggio e da un senso a tutte le volte che passi il tempo a scegliere se apprendere quell' abilità o investire sull' altra, o comprare l' arma dal mercante oppure no. Nei Risen questa meccanica se l' erano dimenticata, soprattutto nell' ultimo capitolo. In Elex invece è presente fin da subito, basta vedere il let' s play.
  44. 3 mi piace
    Bene bene... Non sono l' unico allora. Sono un piccolo team con tanti difetti che prova a fare dei minestroni colossali. Ma ogni gioco che hanno rilasciato é riuscito a placare quella nostalgia che ho sempre avuto da quando ho completato la saga dei Gothic. Alla fine con i Risen la formula é la stessa dei Gothic ma a livelli nettamente inferiori. Dopo aver visto il let' s play sono convinto che Elex sarà di una qualità superiore rispetto ai loro ultimi lavori e mi ispira fiducia. Soprattutto osservando il world building... Basta vedere la citta dei berserker, Goliath, e confrontarla con gli insediamenti di Risen 2 e Risen 3 per capire quanto Elex sia più curato. Lo comprerò anche io al day one e non vedo l' ora di giocarci.
  45. 3 mi piace
    ottima iniziativa! ma, se volete andare avanti in questa folle impresa, dovreste fare anche un'edizione per pc, forse avrebbe ancor più successo e, dopo aver completato quelli di skyrim, cercare anche quelli dei giochi precedenti, alcuni sono andati "perduti" ma vi garantisco che ci sono perle incredibili!
  46. 3 mi piace
    anch'io ho una femmina, non mi ha mai pisciato addosso, ma è riuscita farmi altro addosso
  47. 3 mi piace
    Secondo me come gioco è discreto. I punti di forza sono un sistema di combattimento dinamico e molto divertente e il Nemesis System, che fa sì che i capitani orchi ricordino i precedenti scontri con il protagonista e commentino di conseguenza. Anche se non mancano fasi stealth e altre missioni particolari legate alla storia, la maggior parte del gioco alla fine consiste nel massacrare orde di orchi (che comunque è davvero divertente). Non ti aspettare però il mondo di Tolkien: da purista tolkeniana, ammetto che qualche uscita mi ha fatto leggermente rabbrividire . Sì, compare Gollum, è ambientato a Mordor e il protagonista Talion è in "simbiosi" con il mitico Celebrimbor, ma sono completamente estrapolati dal contesto originale. Poi è anche un buon gioco, ma devi far finta che non c'entri niente con il mondo del Signore degli Anelli.
  48. 3 mi piace
    Hai perfettamente ragione, purtroppo è un periodo in cui a volte mi ritrovo a lavorare fino a mezzanotte (tipo ieri... ) e non riesco a far tutto quello che vorrei. Comunque voglio portare avanti la storia per forza
  49. 3 mi piace
    e di arx fatalis non dimentichiamolo, bug a parte era una vera perla
  50. 3 mi piace
    25.05.2017 Abbiamo ultimato la traduzione degli achievements di Steam - verranno visualizzati in italiano al rilascio del gioco. Mille grazie @Sharsek per la consueta originalità con cui traduce espressioni particolarmente sfidanti dall'inglese all'italiano!