desfer

Ex staff
  • Contenuti totali

    4669
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    28

Ultima vincita di desfer: 17 Aprile

I contenuti di desfer erano i più graditi!

Reputazione

686 Venerato

1 Seguace

Informazioni su desfer

  • Rango
    Mr. Roboto

Dati profilo

  • Sesso
    Uomo

Ultimi visitatori del profilo

6112 visualizzazioni del profilo

Altro

  • Punti esperienza 2406900
  1. Ieri ho terminato la main quest. Vedo di farmi anche tutte le poche quest secondarie che mi rimangono e poi butto giù i miei pensieri.
  2. Madò....me siete andati in paranoia in questo weekend di Pasqua. La cosa è meno tragica di quella che dipingete.
  3. Decennio più o decennio meno, in questo caso, non vuol dire niente. Non stiamo parlando di grafica o di gameplay, ma di quello che i personaggi dicono o fanno; e tutto ciò trascende il costante progresso tecnologico ma dipende piuttosto dalla penna degli sceneggiatori. Su Andromeda in generale, poi, ho una prospettiva diametralmente opposta alla tua: per me non è un ME senza Shepard quanto piuttosto un nuovo gioco con le razze di ME. Sono troppi gli elementi di discontinuità rispetto alla trilogia originale. Non solo Shepard, ma anche la Cittadella, Omega, i Portali, e tutte quelle dinamiche della Via Lattea che sono state, di fatto, abbandonate. Inoltre, fatta eccezione per i Krogan, che mantengono una propria identità razziale, le quattro razze del Consiglio (umani, turian, asari e salarian), aldilà dell'aspetto esteriore, hanno perso le loro peculiarità, diventando un unico "popolo", in una visione molto americana della cosa.
  4. Poi ci sono corazze che danno bonus agli scudi.
  5. I toni della trama erano in generale più drammatici; Shepard doveva affrontare una battaglia quasi senza speranza: estinzioni cicliche, missioni suicida, morti inevitabili. Ryder invece è l'araldo della speranza di una vita in una nuova galassia. Andromeda è un gioco più scanzonato, più gioviale. E' un bene ?? E' un male ??? Non te lo so dire con certezza.
  6. Ad onor del vero anche nel primo ME i personaggi erano molto infantili e stereotipati: Liara che arrossiva come una scolaretta, Garrus che faceva il bulletto, Alenko il duro tormentato. Hanno tutti acquistato un loro complessità dal secondo capitolo in poi.
  7. Io punto più sugli spostamenti di camera ingame piuttosto che sui personaggi. Ryder è stato volutamente caratterizzato per essere l'anti-Shepard, giusto per scrollarsi di dosso subito in partenza qualche "Spettro" ( ) che poteva aleggiare nella "nuova direzione" del brand. Shepard eroe di guerra che si merita il posto come Spettro ed il comando della Normandy; Ryder (maschio) che faceva la guardia giurata al portale Caronte e diventa Pioniere, con Tempest annessa, per eredità. Shepard, sbeffeggiato dalle istituzioni, ma circondato da compagni che lo avrebbero seguito fono all'inferno; Ryder che nonostante sia un Pioniere non viene cagato di striscio dalla crew. Tutto questo è un messaggio chiaro "Dimenticatevi Shepard". E' possibile che dal prossimo capitolo tornino a protagonisti più carismatici. Riguardo all'equipaggio, aldilà di Cora e Liam che hanno una caratterizzazione confusa (non ho finito il gioco e non li ho ancora ben inquadrati) gli altri mi sembrano al livello, se non addirittura sopra, di quelli del primo ME. E soprattutto c'è un'interazione tra i vari personaggi della Tempest senza precedenti.
  8. Il vero problema, se così vogliamo chiamarlo, dell'impianto narrativo di Andromeda è che, semplificando al massimo, è meno film e più gioco rispetto alla trilogia originale. In quanto ad elementi del background introdotti, secondo me, hanno fatto un buon lavoro, anche considerando che praticamente son dovuti ripartire da zero. Il primo gioco è per buttare le basi, nei successivi si approfondisce sempre più. Tanto per fare un esempio: nel primo ME Cerberus non aveva alcun carisma, era solo un espediente per riciclare i nemici introdotti nelle missioni principali (i vari Rachni, zombie del Thorian ecc...). Inizia ad acquisire complessità solo con ME2. E' chiaro che nel passaggio da una galassia conosciuta, i cui elementi sono stati sviluppati in tre giochi, ad una "vergine" ancora da definire, si avverta una nota stonata.
  9. @hyperionx Anche io sono dell'idea che non avessero necessità di trovare una nuova identità. Ma, vuoi il cambio di personaggi dentro Bioware, vuoi qualche direttiva dall'alto, questa ricerca di un nuovo equilibrio tra le classiche meccaniche Bioware ed il nuovo "vitello d'oro" (giusto per rimanere in tema di Esodo), cioè l'open world, c'è, si vede e a noi tocca subirla. Da questo punto di vista però si nota un netto miglioramento tra Inquisition ed Andromeda: l'esplorazione è più divertente, le fetch sono meno spudorate ecc... Insomma, l'impressione è che stiano prendendo le misure ed, avanzando a tentativi, stiano via via migliorando il risultato finale. L'unico rimprovero che si può muovere a Bioware è di aver smesso di sfornare capolavori dopo Mass Effect 2 (gioco a suo tempo criticatissimo per certe dinamiche action, a testimonianza che non si può accontentare tutti), proponendoci solo titoli ottimi/validi/buoni (scegliete il termine migliore in base alla vostra severità), e più in generale campando molto di rendita.
  10. Caro @kargan71 , innanzitutto mi congratulo con te per il numero di varianti con le quali esprimi il concetto "DA:I e ME:A fanno schifo". E' una litania che a me non stanca mai, ma che, ho paura, alcuni potrebbero eventualmente capire, ma non condividere, solo se tu avessi effettivamente provato il gioco. Entrambi i titoli non sono privi di difetti, e sono il sintomo della ricerca di una nuova identità che Bioware sta facendo, ma ti consiglio di provarli, sia per poterti creare una vera opinione su di essi, sia per poter portare un reale contributo a queste discussioni, ma soprattutto per tacitare quei malpensanti che ritengono, nella loro ignoranza, che tu sia solo un hater. Solo una cosa non riesco a capire (perdonami, sono limitato...pensa che per esprime un parere su di una cosa prima la devo provare): ma se a te i nuovi titoli Bioware non piacciono e, soprattutto, non li hai giocati, chi te lo fa fare di frequentare questa parte del forum ? Te lo chiedo perchè sono preoccupato che ti costringano, contro la tua volontà, a leggere le discussioni riguardanti questi "abomini videoludici". Fammi sapere che sto in pensiero. Tanto si doveva. Un augurio di Buona Pasqua e resto in trepidante attesa di una nuova puntata di "DA:I e ME:A fanno schifo".
  11. Come scena lesbo c'è quella con PeeBee. E in quanto ad estinzione, riprendendo il discorso che faceva il meccanico, tra Suvi e Sara c'è la biologia che si mette di traverso.
  12. Come sei triviale . E l'amor cortese ????
  13. topic ufficiale

    Che peccato. Già mi pregustavo le polemiche del tipo: "Il colore della spada laser non è della giusta tonalità. Io non c'ho giocato ma mio cuggggino ha detto che è un Mass Effect Andromeda in salsa Star Wars. Bioware ormai è morta."
  14. Chiudere Bioware mi pare poco lungimirante. Aldilà delle polemiche, è una SH che ancora ha una fanbase, e con tutti i soldi che hanno speso per comprare e poi potenziare i vari studios mi sembrerebbe un autogol far finire tutto perchè quattro coglioni hanno messo 0 su Metacritic senza aver neanche giocato ad Andromeda. Poi per quanto riguarda la critica d'oltreoceano: si sono indispettiti perchè Bioware ha imposto l'embargo delle recensioni ,ed in generale ha centellinato le notizie. Al prossimo gioco basta portarli alle Hawaii, tutto spesato, per una tre giorni di prova e ritornano ad essere più mansueti degli agnellini di Berlusconi e della Boldrini.
  15. E comunque il problema qua è sistemico. Ormai la gente si è incaponita: esce un gioco Bioware, e subito partono le invettive. O si mettono in testa di fare un gioco inattaccabile (ma vuol dire buttarci sopra almeno il doppio di soldi, e con EA lo vedo poco plausibile) oppure cambiano nome allo studio.