Myriamel

Redattori
  • Contenuti totali

    1630
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    36

Ultima vincita di Myriamel: 25 Agosto

I contenuti di Myriamel erano i più graditi!

Reputazione

1016 Pilastro della community

1 Seguace

Informazioni su Myriamel

  • Rango
    Vecchia conoscenza

Dati profilo

  • Sesso
    Donna
  • Interessi
    Leggere, guardare film e serie tv e, ovviamente, videogiocare!
  • Videogioco preferito
    Dragon Age, Mass Effect, The Witcher

Ultimi visitatori del profilo

4328 visualizzazioni del profilo
  1. topic ufficiale

    Uno sguardo alle Vocazioni nei nuovi trailer di Dragon's Dogma: Dark Arisen Tra meno di due settimane Dragon’s Dogma: Dark Arisen, già disponibile su PC e console old-gen, approderà anche su PlayStation 4 e Xbox One. La versione del gioco sarà analoga all’edizione per computer, completa di espansione e migliorie. In attesa dell’uscita, Capcom ha rilasciato tre video di approfondimento dedicati alle Vocazioni, ovvero le classi di gioco. Le Vocazioni di base sono le seguenti: Guerriero (Fighter), Arciere (Strider) e Mago (Mage). Tutte e tre possono essere scelte sia per il protagonista che per la sua Pedina Principale. I due personaggi, inoltre, durante il gioco potranno sviluppare ulteriormente la classe originaria, scegliendo una Vocazione avanzata: Distruttore (Warrior), Cacciatore (Ranger) o Stregone (Sorcerer). Soltanto il protagonista, invece, avrà la possibilità di scegliere un percorso alternativo adottando una delle Vocazioni miste: Paladino (Mystic Knight), commistione tra Guerriero e Mago; Assassino (Assassin), ibrido tra Arciere e Guerriero; Arcier-Mago (Magick Archer), ovviamente a metà tra Arciere e Mago. I tre trailer, partendo dalle Vocazioni di base, mostrano le peculiarità di tutte le classi, arrivando anche a quelle avanzate e ibride. Le immagini di gioco sono tratte dalla versione per console current-gen. Dragon's Dogma: Dark Arisen uscirà per Xbox One e PlayStation 4 il 3 ottobre. Voi quale Vocazione preferite? Leggi la news sul portale
  2. Nell’ultimo anno si sono susseguiti diversi rumor legati alla saga di Dragon Age. Prima una serie di ambigui tweet, poi un botta e risposta di anticipazione e smentite, fino alle ultime dichiarazionidel neo assunto writer Alexis Kennedy. Che qualcosa bolla in pentola, quindi, è sicuro, ma non c’è nient’altro di certo. Vedendo che molte testate online hanno dato per scontato lo sviluppo del quarto capitolo della serie, il creative director Mike Laidlaw si è sentito in dovere di intervenire. In seguito a una notizia riportata da Game Radar, infatti, Laidlaw ha risposto su Twitter affermando che non vi è nulla di ufficiale. “C’è un progetto legato a Dragon Age in atto” non ha potuto negare. Ma anche ribadito: “Non è confermato che si tratti del quarto capitolo della serie principale. Molti siti hanno marciato sui rumor.” Le possibilità potrebbero essere molte. Si tratterà del gioco strategico di cui si era parlato un anno e mezzo fa? Oppure sarà un browser game che farà da ponte tra Dragon Age: Inquisition e il nuovo capitolo, sulla scia di The Last Court? O ancora, di un titolo mobile come Heroes of Dragon Age? E in ogni caso, non è da escludere completamente che si tratti proprio del quarto capitolo e che BioWare ritenga solo che sia troppo presto per un annuncio ufficiale. Voi cosa ne pensate? Quale sarà la prossima incarnazione della serie? Leggi la news sul portale
  3. Il popolarissimo The Elder Scrolls V: Skyrim si appresta ad arrivare su una nuova piattaforma, Switch. Il porting è stato annunciato all’E3 2017 e dimostra come la fama del gioco sia ben lungi dall’affievolirsi. L’ultimo Nintendo Direct, che presentava diversi nuovi titoli, conteneva anche un breve trailer dell’RPG di Bethesda. Oltre a illustrare le caratteristiche principali, il video svela anche la data di uscita: il 17 novembre. I possessori di Switch, inoltre, potranno contare su feature speciali. Le meccaniche del gioco saranno infatti adattate al movimento della console portatile e sarà possibile sbloccare pezzi di equipaggiamento provenienti da celebri titoli Nintendo. Il trailer, ad esempio, mostra l’abbigliamento del Link di The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Di seguito trovate il trailer, pubblicato da GameXplain. Leggi la news sul portale
  4. topic ufficiale

    Tyranny: Bastard's Wound, ecco i voti della stampa Tyranny, l’ultima fatica di Obsidian, si era annunciato come un titolo capace di sfidare gli stereotipi del genere. Un mondo dominato dalle forze del Male e un antieroe al servizio dell’overlord Kyros rappresentavano l’accattivante punto di partenza. Eppure, nonostante la qualità del gioco sia indiscussa, non è riuscito a conquistare appieno critica e pubblico. Uno dei tasti dolenti è il finale, considerato troppo improvviso e inconcludente. L’espansione Bastard’s Wound sembrava essere una buona occasione per migliorare l’epilogo, ma purtroppo non è stato così. Il corposo DLC, infatti, si dedica unicamente alla nuova storyline introdotta e alla nuova area esplorabile, lasciando da parte i nodi narrativi del gioco base. L’opinione più diffusa tra i recensori è che si tratti di un more of the same incapace di aggiungere qualcosa di veramente nuovo. Vediamo i voti della stampa internazionale: Hardcore Gamer – 4/5 “Tyranny: Bastard’s Wound è un DLC notevole che riprende il gameplay ricco di scelte di Tyranny e lo collega perfettamente alle scelte compiute in precedenza dal giocatore. Se questo contenuto sia essenziale o no dipende da quanto si è apprezzato Tyranny e dalla voglia o meno di averne di più.” WCCF Tech – 7.7/10 “Tyranny: Bastard’s Wound si fonda sull’eccellente world-building del gioco base e offre una storia avvincente ricca di personaggi interessanti, dove le scelte del giocatore contano più che mai. Con l’assenza di nuove meccaniche, tuttavia, coloro che si aspettavano qualcosa di più potrebbero rimanere leggermente delusi.” PC Invasion – 6/10 “Coloro che incontreranno Bastard’s Wound come nuovi giocatori, perché magari hanno comprato gioco e DLC in un bundle, la troveranno qualitativamente simile alle altre aree dei Tiers. […] Per coloro che sono tornati sul gioco solo per il DLC, la familiarità è benvenuta, ma intrisa di delusione.” Cubed3 – 6/10 “Bastard’s Wound è l’espansione che ogni fan di Tyranny dovrebbe acquistare e apprezzare, ma non… espande quanto ci si possa aspettare. Non aggiunge davvero niente di nuovo.” Techraptor – 5.5/10 “Bastard’s Wound alla fine è un’espansione tranquilla che non espande davvero nessun aspetto di Tyranny. Offre lo stesso tipo di gameplay e, alla meglio, presenta al giocatore abbastanza scelte moralmente ambigue da soddisfare le esigenze di un dilemma moralmente ambiguo. Alla peggio, sono cinque ore aggiuntive a un’esperienza già breve.” PC GamesN – 4/10 “Spero davvero che questa non sia l’ultima volta che vediamo Tyranny, perché allo stato attuale manca di un combattimento o di un NPC che si possa definire memorabile e di quest che facciano venire voglia di ricominciare il gioco. L’oscuro RPG di Obsidian merita un’espansione migliore di Bastard’s Wound.” Nella media, invece, l’unica recensione nostrana al momento pubblicata, quella di Multiplayer.it, che assegna all’espansione un 7.5/10. “Bastard’s Wound non è un’espansione in grado di chiudere Tyranny a dovere, né capace di migliorarlo sensibilmente: è un ‘more of the same’ di buona fattura, contenente una nuova zona piuttosto ispirata e una serie di quest complessa e interessante.” Leggi la news sul portale
  5. 1) Ammetto di non esserne certa perché ho tutta la trilogia su Origin... in ogni caso se la cartella dei salvataggi si trova nei Documenti funziona sicuramente. Il percorso file è: Questo PC/Documenti/BioWare/Mass Effect/Save Per evitare subito qualsiasi problema di riconoscimento, dal launcher di ME2 vai su "configura"->"dati di gioco"->"copia i dati da Mass Effect 1" e seleziona la cartella dei save. Se non riesci dal launcher, apri il file MassEffect2Config in C:/Programmi(x86)/Origin/Mass Effect 2/Binaries. A questo punto dovresti avere l'opzione corretta nel menu principale. Io poi avevo avuto un problema con la configurazione che avevo risolto importando il salvataggio manualmente. Se il procedimento descritto sopra per qualche motivo non funziona, fai così: Vai in Documenti/BioWare/Mass Effect 2/Save All'interno di questa cartella, creane un'altra dal nome ME1 Copia tutti i salvataggi di ME1 presenti in Documenti/BioWare/Mass Effect/Save e incollali nella cartella ME1 Questo è quello che fa di default la configurazione, quindi dovrebbe funzionare tutto. 2) Sì, credo si tratti proprio di quello. Io l'ho avuto anche su PC, però avevo il cofanetto della Mass Effect Trilogy, forse era un'aggiunta di questa edizione.
  6. La procedura è abbastanza semplice, al momento di iniziare la partita ti chiede se vuoi utilizzare una storia predefinita o importare un salvataggio. Scegli la seconda opzione e seleziona l'ultimo salvataggio di ME1 (o di ME2 se stai giocando a ME3). Riguardo alla seconda domanda, mi sembra che all'inizio di ME2 ci sia la possibilità di selezionare le scelte importanti (chi è morto su Virmire, che fine ha fatto il Consiglio, il destino della regina dei Rachni...). Però credo che alcune scelte minori non vengano riconosciute, anche se non ne ho la certezza perché ho sempre importato un vecchio salvataggio.
  7. topic ufficiale

    The Surge: A Walk in the Park sarà ambientato in un pericoloso parco a tema I prossimi mesi saranno importanti per The Surge, l’action-RPG post-apocalittico di Deck 13. Oltre all’annunciato supporto a Xbox One X e a un aggiornamento gratuito, è infatti in arrivo anche un DLC. Gli sviluppatori hanno rilasciato le prime informazioni ufficiali sulla piccola espansione, A Walk in the Park. Il DLC sarà ambientato in una nuova area, un parco a tema collegato direttamente alla struttura CREO del gioco base. I punti di ingresso al parco saranno due, il primo situato poco lontano dalla zona di inizio gioco e il secondo molto più avanti, nella sezione di Ricerca e Sviluppo. A Walk in the Park durerà circa quattro ore e sarà generalmente più semplice del resto di The Surge. Infatti, alcune delle situazioni di combattimento più complesse del titolo non si ripresenteranno. In questo modo Deck 13 darà ai giocatori la possibilità di affrontare momenti più rilassati, migliorando l’esperienza di gioco. Per i veterani, invece, si apriranno nuove aree e nuove storie. Nel corso del DLC, il protagonista Warren si ritroverà ad affrontare un robot impazzito con le sembianze di Carbon Cat, la nemesi dell’eroe dei fumetti Iron Maus. Posizionato al centro del parco divertimenti, si tratterà probabilmente di un mostruoso animatronic. A Walk in the Park si concluderà con un grande boss fight, ma potrebbero esserci anche degli scontri con boss minori. Per il momento il DLC non ha ancora una data di uscita, ma il rilascio è previsto entro l’anno. Considerando il periodo di lancio di Xbox One X, potrebbe trattarsi di novembre. Con l’espansione arriverà anche la patch che aggiungerà nuovi impianti e armi, oltre che nuove opzioni di attacco. Leggi la news sul portale
  8. Vogliamo parlare di Rutilia che si glitcha all'interno della stanza? Video stupendo, mi ha fatto venire voglia di rigiocare tutta la trilogia.
  9. topic ufficiale

    Tutte le feature di Divinity: Original Sin 2 nel nuovo trailer Divinity: Original Sin 2 è un successo annunciato, l’unanime acclamazione nei confronti del primo capitolo e il successo della campagna di crowdfunding non lasciano dubbi. A dissipare qualunque incertezza residua sulla qualità del gioco ci pensa il nuovo trailer rilasciato da Larian Studio, che presenta tutte le caratteristiche principali della nuova avventura nel mondo di Rivellon. Il video offre uno sguardo sulle splendide ambientazioni, sulla varietà dei personaggi e sul sistema di combattimento. Un punto focale dell’esperienza di gioco sembra essere larigiocabilità. Infatti, il giocatore potrà scegliere tra sei differenti origini, che comprendono razze e classi diverse. I più attenti noteranno subito il debutto di una razza finora lasciata da parte: quella del non-morto, che in Divinity: Original Sin 2 sarà giocabile. Ogni origine avrà specifiche abilità e opzioni di personalizzazione. Inoltre, la modalità coop che nel capitolo precedente era disponibile per due giocatori sarà estesa a ben quattro giocatori. Caratteristica apprezzatissima è infine la promessa di una libertà paragonabile a quella dei giochi di ruolo cartacei, che sarà garantita attraverso opzioni di dialogo, profonde meccaniche basate sugli attributi e modi diversi per esplorare il mondo di gioco e interagire con i personaggi. Divinity: Original Sin 2 uscirà il 14 settembre per PC. Avete già visto il gameplay della Gamescom e l’update dedicato al doppiaggio e al soundtrack? Leggi la news sul portale
  10. topic ufficiale

    Piranha Bytes ha già confermato il sequel di ELEX? ELEX, l’RPG post-apocalittico di Piranha Bytes, è ancora nelle ultime fasi dello sviluppo e uscirà il 17 ottobre. Tuttavia, un seguito potrebbe essere non solo in programma, ma addirittura confermato. Sembra proprio che gli sviluppatori stiano pensando di creare una serie. Il sito ufficiale World of Elex ha infatti riportato un’interessante notizia che arriva a sua volta dal portale tedesco Gameswirtschaft. Secondo quanto dichiarato, il programma “Creative Europe Media” quest’anno supporterà quattro progetti tedeschi, stanziando 500.000 euro. Uno di questi progetti è proprio ELEX 2, che riceverà 150.000€. Un’ulteriore conferma arriverebbe dalla compagnia indicata come sviluppatore. Indicata come “AWins 2011 GmbH”, ha lo stesso indirizzo e lo stesso managing director di “Pluto13 GmbH”, ovvero Piranha Bytes. Potete controllare voi stessi a questo indirizzo. Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali in proposito, ma la notizia è probabilmente veritiera. In ogni caso, visto che il primo capitolo non è nemmeno uscito, è ancora presto per fare supposizioni nel bene e nel male. Nel frattempo, il gioco è stato presente alla Gamescom 2017 con un nuovo video di gameplay. I punti centrali di quest’ultima presentazione sono stati la libertà d’azione e l’esplorazione, che giocheranno un ruolo essenziale nell’esperienza di gioco. Leggi la news sul portale
  11. EA non ha intenzione di abbandonare Mass Effect Dei problemi che hanno seguito il lancio di Mass Effect: Andromeda abbiamo già parlato ampiamente. Un successo al di sotto delle aspettative, la dissoluzione dello studio di Montreal, la cancellazione dei DLC per la storia. La serie è stata addirittura definita “congelata” e il suo futuro è senza dubbio incerto. Tuttavia, stando alle recenti dichiarazioni del vicepresidente di EA Patrick Söderlund, non è detto che le avventure nell’universo di Shepard e Ryder siano finite. In un’intervista con GameReactor, Söderlund ha infatti parlato delle sue idee sul franchise. Inizialmente ha messo in chiaro che secondo lui Mass Effect: Andromeda è stato criticato un po’ più di quanto meritasse. È consapevole che alcune cose avrebbero potuto essere realizzate meglio, ma lo ritiene comunque un buon gioco. Adesso, dopo l’uscita di tutte le patch, crede che sia assolutamente un titolo che vale la pena comprare. Riguardo al futuro della serie, il vicepresidente di EA ha detto di aver sentito più volte i fan affermare che ‘EA non farà un altro Mass Effect‘. Lui, però, non è d’accordo. “Non vedo perché non dovremmo ritornare su Mass Effect” ha dichiarato. “Perché no? Si tratta di un universo spettacolare, è una serie amata, ha una grande fanbase ed è un gioco che ha fatto molto per EA e per BioWare.” L’accoglienza di Andromeda non si può però ignorare e EA non vuole fare un altro passo falso.“Ciò a cui dobbiamo fare attenzione, quando riporteremo indietro Mass Effect, è assicurarci che lo riporteremo indietro in modo rilevante, e in un nuovo, entusiasmante luogo.” ha spiegato.“Questo è il mio lavoro, ed è il lavoro di Casey Hudson, di BioWare e del team di Mass Effect: scoprire qual è questo modo. Non lo sappiamo ancora, ma lo sapremo.” Le affermazioni di Söderlund potrebbero riportare un po’ di speranza nei fan che desideravano un proseguimento della serie. Ed è anche ben chiaro che questa volta EA cercherà di evitare gli errori compiuti durante lo sviluppo di Mass Effect: Andromeda. In ogni caso, i tempi saranno lunghi: BioWare è al momento impegnata con Anthem e la prossima saga storica a tornare in auge sarà certamente quella di Dragon Age. Leggi la news sul portale
  12. Se la missione è fallita probabilmente hai perso tutte occasioni per ottenerla. Questa pagina della wiki indica tutti i momenti in cui si possono ottenere le virtù. Se non hai fatto nessuna di quelle scelte, purtroppo non potrai più raggiungere quella determinata virtù.
  13. topic ufficiale

    The Surge ha in arrivo un DLC e il supporto a Xbox One X The Surge, il controverso RPG di Deck 13 che ha diviso pubblico e critica, potrà contare sul supporto a Xbox One X. Parlando con DualShockers, il game designer Adam Hetenyi ha confermato l’arrivo del gioco sulla nuova console Microsoft e ha svelato qualche dettaglio sul futuro del titolo. Il team di sviluppo sta infatti lavorando all’aggiornamento che porterà The Surge su Xbox One X. L’update, se tutto va come previsto, sarà rilasciato in concomitanza con il lancio del DLC A Walk in the Park. Per entrambi, la data di uscita è fissata per essere entro l’anno. Probabilmente, visto che Xbox One X sarà lanciata il 7 novembre, l’aggiornamento arriverà poco dopo. In ogni caso, all’uscita del DLC Deck 13 rilascerà anche una patch gratuita per tutti i giocatori. Un altro interrogativo che recentemente ha interessato The Surge è la possibilità di un porting per Switch. Hetenyi ha spiegato che gli sviluppatori hanno considerato l’idea, ma che per il momento non ci sono piani in proposito. Infatti, sarebbe “molto, molto difficile” far girare bene il gioco sulla piattaforma Nintendo senza un downgrade grafico. In ogni caso, se la richiesta dovesse essere molto forte, Deck 13 potrebbe ripensarci, quindi non si tratta di un “no” definitivo. Per maggiori informazioni sul gioco vi rimandiamo alla nostra recensione. Leggi la news sul portale
  14. Gwent: The Witcher Card Game è stato presentato fin da subito come un progetto ambizioso. Intenzionata a creare più che un semplice gioco di carte online, CD Projekt RED ha inserito anche un’intera campagna che va ad affiancare la componente multiplayer. Il popolarissimo gioco introdotto in The Witcher 3: Wild Hunt sarà quindi anche il punto di partenza per una storia completamente nuova. In occasione della Gamescom 2017, CD Projekt ha infatti annunciato ufficialmente Thronebreaker, la campagna single-player di Gwent. Protagonista della storia sarà la regina Meve di Lyria e Rivia, una veterana di guerra che dovrà fronteggiare un’invasione. I lettori della saga di Andrzej Sapkowski la ricorderanno bene: è lei a nominare Geralt cavaliere dopo la Battaglia del Ponte sullo Yaruga ed è proprio questo evento che darà al protagonista il celebre cognome “di Rivia”. La regina è indirettamente presente anche nell’espansione Blood and Wine. Nel DLC, infatti, Geralt può presentarsi al torneo di Toussaint indossando proprio i colori di Rivia in ricordo della sua nomina. Inoltre, il witcher può incontrare Anséis, uno dei figli di Meve, che lo crede un disertore. Gwent: Thronebreaker avrà le sue quest da completare e le sue battaglie da combattere. Aggiungerà poi nuove caratteristiche di gameplay come la possibilità di raccogliere le risorse. Di seguito trovate il teaser trailer, che preannuncia un viaggio all’insegna di guerra e vendetta. E voi cosa pensate di questa campagna? Di certo sarà capace di donare a Gwent: The Witcher Card Game un’inaspettata profondità. Leggi la news sul portale
  15. topic ufficiale

    Trailer, livestream e data di uscita per Tyranny: Bastard's Wound Obsidian ha partecipato alla Gamescom 2017 rivelando nuove informazioni su Bastard’s Wound, l’espansione del loro ultimo RPG Tyranny. Il DLC, annunciato alla scorsa E3, introduce una nuova regione nel gioco, ricca di missioni e di nuovi personaggi. Inoltre, i giocatori potranno approfondire la conoscenza del loro party attraverso tre companion quest dedicate a Lantry, Verse e Barik. Dalla fiera di Colonia arriva finalmente anche la data di uscita. L’espansione uscirà in tutto il mondo il 7 settembre 2017 e sarà venduta al costo di 14,99$. Obsidian e Paradox hanno poi rilasciato un nuovo cinematic trailer sulla storia di Bastard’s Wound. Infine, il DLC è stato protagonista di un lungo livestream volto ad illustrare tutte le caratteristiche principali. L’intero video, della durata di un’ora, è ora disponibile sul canale YouTube di Paradox Interactive. Cosa pensate della nuova espansione? Tornerete nella terra dove il Male ha vinto? Leggi la news sul portale